Palladian-Grand-Riserva-banner.jpg

PALLADIAN GRAN RISERVA

VILLA INES CHILESOTTI BENETTI

Immergiti nella vita di un ' antica nobile famiglia bassanese.
Dal 1640

Palladian Routes

Siamo il club

dei proprietari

delle Ville Palladiane Patrimonio Unesco

che il più influente architetto della storia

ha lasciato in eredità su queste terre, impreziosendone le città d’ arte,

gli antichi borghi, i pregiati vigneti

e le dolci pendici delle nostre colline.

Le nostre famiglie custodiscono questo patrimonio con passione da generazioni,

per condividerlo e tramandarlo a chi sceglierà di essere nostro

graditissimo ospite.

 
Villa Emo.jpg

E ’ tempo
di ricordare.
Solo in Libertà
può essere Bellezza.

 

Villa Ines

La Villa Chilesotti Benetti è situata lungo

la vecchia strada suburbana che univa,

nei secoli scorsi, le sponde del fiume Brenta con quelle del Piave tra i comuni di Romano Alto e di Pove. Le prime notizie storiche della vecchia casa padronale, desunte

dall' archivio del museo di Asolo

e dall' archivio parrocchiale di Romano, risalgono al 1640.

Dopo varie ristrutturazioni, eseguite

nel 1700 dalla famiglia Zambelli, la villa viene acquistata, verso la fine del 1700,

dal Conte Giusti che fa edificare accanto

alla vecchia casa padronale la villa attuale.
L
' edificio rappresenta un significativo esempio di architettura ottocentesca fortemente caratterizzato da un ' impronta rinascimentale di gusto veneto come la bella serliana centrale e l' alto zoccolo di bugnato a fasce. La facciata, rigidamente simmetrica, presenta il settore centrale appena aggettante rispetto alle pareti.

01_foto principale villa.jpg
 
salone 1 piano 2.jpg

Al piano terreno, si apre il portone d'ingresso incorniciato da un bugnato rustico ed affiancato

alla sommità da due oculi. Il portone è sormontato

al piano nobile dalla serliana centrale. Le finestre, monofore in tutto l' edificio, sono ad arco incorniciato con pietra bianca.

L
'interno della villa è stato realizzato secondo

lo schema caratteristico di molte ville venete.

Il salone al piano terra, affiancato da quattro laterali, è collegato con il salone e le sale del piano nobile mediante uno scalone in marmo chiaro impreziosito da una ringhiera in ghisa a tralci di fiori.

Sono da segnalare nei saloni centrali e nelle sale laterali le pitture a tempera dei soffitti che delineano riquadri decorati con motivi floreali in armonia

con la destinazione d' uso della villa quale abitazione per soggiorni estivi.
I pavimenti sono in battuta alla veneta

o " palladiana " a graniglia media, oppure sono realizzati in listoni di abete di notevole larghezza come si può notare nella biblioteca.

La villa, in accordo alle esigenze agricole dell' epoca è completata da una vasta cantina dotata di due pozzi e pavimento inclinato per la raccolta del vino

e da un vasto granaio da cui è possibile ammirare

la forte struttura delle travature in legno

della copertura.
Nella cucina, posta nella vecchia casa patronale

è visibile il vecchio camino sorretto lateralmente

da due prigioni in pietra veneta.

La villa è anche conosciuta come Villa Chilesotti essendo stata abitata, dopo i Giusti, dal noto musicista bassanese che vi morì il 24/06/1916.

Terrazza.jpg
04_giardino.jpg

Il Giardino

La villa è circondata su tre lati da pregiate essenze arboree di alto fusto che costituiscono l' ambiente naturale qualificante il complesso architettonico. 
Il giardino è diviso in due zone, quella alta dove è presente la villa e quella bassa, raggiungibile da una scaletta. 
Nella parte alta si trovano palme, sequoie rosse di secolare rilievo e magnolie grandiflora che creano

una piacevole area ombrosa. Il tutto completato da bosco tagliato all' italiana e cespugli di fiori

che fioriscono a rotazione. 
Nella zona bassa è presente un roseto che costeggia la canaletta e vi si trovano degli abeti bianchi. 
A ovest il complesso confina con l'
antica via Pedemontana.

03 barchessa.jpg

La Barchessa

La barchessa è uno degli edifici più antichi, che risale alla costruzione del primo complesso.

La Barchessa è stata ampliata e ristrutturata in più fasi, ma la struttura non è stata stravolta. 
Verso il parco e la villa ci sono le zone abitative, con sotto i magazzini per il materiale. L
' aia

è sormontata da un porticato che copre anche l' ex stalla. 

Attualmente, quest
'area, rivive ogni anno dei rumori e dei mestieri del secolo scorso grazie

alla Festa delle Contrade. In questo periodo le vecchie contrade sono in festa e organizzano

una serie di attività che richiamano gente da tutta la provincia.

 
 
 

I dintorni

La villa è situata in una zona ricca di centri di richiamo internazionale. Bassano del Grappa, Marostica, villa Ca ' Cornaro, Asolo, Possagno dove

si trova il Museo del Canova, la Villa Maser , Valdobbiadene, per non dimenticare lo stesso Monte Grappa, imponente montagna delle pre-alpi,

che negli ultimi anni si è movimentata grazie alle attività sportive del deltaplano e del parapendio.

Queste specialità sportive hanno reso la zona

un centro di richiamo per tutti gli appassionati

a livello Europeo.

salotto 1 panterreno 2.jpg

Le Terre

della Bellezza

 Terre di Ville

Terre di Giardini

Terre di Architettura

Terre di Vini

Terre di Bellezza

 
 
 
 
villa maser.JPG

Antiche Storie Itineranti

Palladian Routes propone un viaggio alla scoperta della storia,
accogliendo, accompagnando e guidando i nostri ospiti

in una narrazione senza tempo.

 
 

La Palladian E -Bike

IL MODO PIU’ GENTILE PER VIAGGIARE
ATTRAVERSO LE TERRE PALLADIANE

10.

28” puncture-resistant tyres

2.

“Selle Royal Respiro” gel saddle

1.

Unisex low

entry frame

4.

Purion Display with 4 levels of pedal assistance: Eco, 40%, Tour 100%, Sport 180%, Turbo 270%)

7.

Bosch Active Plus motor

(250 Watt, 50 Nm max torque)

8.

9-Speed Deore derailleur gears

9.

Shimano hydraulic disc breaks

6.

Front

suspension

forks