Un giorno a Bassano del Grappa: cosa vedere

EN IT DE FR



Cosa fare e cosa vedere a Bassano del Grappa, una delle migliori città da visitare in Italia e nelle Terre della Serenissima.




Attraversata dal fiume Brenta, Bassano del Grappa è una delle città più popolate e sviluppate della Regione Veneto. Il suo artigianato, con le eccellenti ceramiche, e la tradizione gastronomica legata alla preparazione di prodotti come gli asparagi, il baccalà e la famosa grappa sono l’orgoglio della città. Le vicende storiche che hanno interessato questo piccolo centro e i dintorni, hanno plasmato l’aspetto di questo bellissimo borgo d’Italia.


In questa guida, vi proponiamo un itinerario di un giorno a Bassano del Grappa con alcuni consigli su cosa vedere. Raggiungibile facilmente grazie al collegamento ferroviario, è una tappa imperdibile durante una vacanza in Veneto o una perfetta escursione di un giorno da Venezia e Padova. Nel nostro articolo, scopriremo così quanto il centro sia legato ai ricordi della Grande Guerra attraverso la storia del suo Ponte e dove viene prodotta la grappa più buona d’Italia.


Cosa visitare a Bassano


Il piccolo borgo di Bassano del Grappa, affacciato sul fiume Brenta, si visita in una giornata o un weekend all’insegna della storia e del relax. Ecco le tappe imperdibili attraverso la città.



Il Ponte Vecchio di Bassano


Il Ponte vecchio di Bassano del Grappa “Sul Ponte di Bassano, là ci darem la mano…” citava una vecchia canzone degli Alpini. Situato nel punto in cui il fiume Brenta si restringe, il Ponte vecchio o degli Alpini è da sempre simbolo della città di Bassano del Grappa. La sua struttura originaria era in legno, ma in seguito a esondazioni del fiume e danni provocati dalle guerre venne distrutto e ricostruito svariate volte. Nel 1567 l’architetto Andrea Palladio ne progettò una nuova ricostruzione, ma l’idea venne bocciata poiché il disegno proposto era troppo somigliante all’architettura dei ponti romani. Il secondo progetto di Palladio richiamava la struttura precedente, sebbene radicalmente rinnovata quanto a soluzioni tecniche e strutturali, e di grande impatto visivo.

Nel febbraio del 1945 il Ponte fu protagonista nella difesa della città negli ultimi mesi del secondo conflitto mondiale: i partigiani, per proteggere Bassano del Grappa, fecero esplodere il Ponte, che venne poi ricostruito per volontà degli Alpini e inaugurato nel 1948. Il Ponte vecchio è tappa obbligata dell’itinerario ciclabile della Valsugana, interessante percorso tra Trentino Alto Adige e Veneto.

Un must per chi visita la città di Bassano è assaggiare il tipico aperitivo del Ponte di Bassano, il mezzo e mezzo, in dialetto veneto il meso e meso.


Museo Hemingway e della Grande Guerra


Il Museo Hemingway e della Grande Guerra merita certamente una visita. Proprio la “Sezione Uno” della Croce Rossa di stanza a Bassano del Grappa vantava tra i volontari anche il celebre Hemingway. Nelle cinque sale espositive è possibile ripercorrere le varie fasi del conflitto e ammirare la documentazione della “Collezione Hemingway”.







Una passeggiata sul fiume Brenta